Santa Maria Capua Vetere. L’Altra Roma.

Santa Maria Capua Vetere vs Capua

Santa Maria Capua Vetere e Capua sono sue città confinanti che mandano in confusione chiunque cerchi di studiare la storia di questa area della Campania. Eh sì perché Santa Maria corrisponde all’antica Capua mentre l’odierna Capua corrisponde a un antica roccaforte militare chiamata Casilinum. Ma andiamo per gradi. 

Santa Maria Capua Vetere sarebbe stata fondata nell’800 a.C. dagli etruschi o comunque in seguito al loro arrivo in territorio campano. Prima del loro arrivo la zona non era deserta, era popolata però da persone che vivevano in villaggi e non in una vera e propria città. I resti di questi popoli che hanno abitato Capua prima di Capua sono visibili nel museo archeologico cittadino. 

Il museo, purtroppo, non è molto grande, specie se si considera l’importanza dell’antica Capua ma questo è dovuta a un fatto ben preciso. Tra il XIX e il XX secolo sono stati effettuati a Santa Maria diversi scavi privati. Questi scavi venivano effettuati spesso senza seguire alcun criterio scientifico e soprattutto sono stati seguiti dalla vendita di molti dei pezzi rinvenuti. Ecco perché molte opere provenienti dall’antica Capua si trovano all’estero. 

La tegola di Capua 

Tra gli oggetti che sono finiti all’estero c’è anche la famosa tegola di Capua. Si tratta del secondo testo più lungo mi ritrovato in lingua etrusca. Inciso su una tegola non è altro che un calendario rituale che fu ritenuto falso dall’allora direttore del museo archeologico di Napoli e acquistato quindi dai tedeschi che oggi la conservano a Berlino. 

Per comprendere la quantità di oggetti perduti basti pensare all’anfiteatro della città, di cui riparleremo pi dettagliatamente in un altro articolo. L’anfiteatro era decorato da una quantità di statue e rilievi impressionanti e di tutto questo ben di dio non resta che una parte infinitesimale. Certo molti oggetti sono stati distrutti per essere riutilizzati, a volte anche per fare la calce ma molto manca anche a causa di questi scavi effettuati senza criterio. 

L’anfiteatro campano

Santa Maria Capua Vetere. Dagli etruschi ai romani

La componente etrusca a Capua doveva essere molto forte e fu coinvolta negli scontri con i greci che si trovavano sulle coste Campane. Queste due potenze si contendevano la fertile Campania e alla fine l’hanno avuta vinta i greci. Etruschi e greci però non si sono sempre combattuti.

Analizzando i corredi delle sepolture capuane, che praticamente sono la nostra maggiore fonte di informazioni, possiamo trovare tantissimi vasi greci. Questo dimostra che i legami commerciali tra i due popoli dovevano essere molto frequenti prima della rottura. 

Nel V secolo d.C. i sanniti riuscirono là dove greci ed etruschi avevano fallito, unificare la Campania sotto il controllo di un unico popolo. I sanniti però si fanno influenzare molto dagli etruschi e i greci con cui entrano in contatto tanto da fare proprie molte loro caratteristiche. 

Gli ultimi ad arrivare furono i romani, chiamati in causa proprio dai capuani all’inizio della I guerra sannitica. 

Roma e Capua. Onore e odio

Santa Maria Capua Vetere era una città molto ricca già prima dell’arrivo dei romani. La produzione di grano, vino, olio, bronzi, vasellame era già molto avanzata e remunerativa. C’è chi sostiene che quando Roma contava circa 150.000 abitanti Capua ne facesse addirittura 200.000. Ecco perché la sottomissione dovuta a Roma dopo la I guerra sannitica stava stretta ai capuani. 

La scelta dei capuani di passare dalla parte di Annibale durante la II guerra contro Cartagine, sarebbe stata dettata proprio dall’insofferenza. Capua, ricca e forte, non tollerava il predominio romano e dopo aver cercato di imporsi, secondo alcuni pretendendo che uno dei due consoli romani fosse campano, decise di passare al nemico. 

A Capua Annibale passò diverso tempo prima di dover lasciare la penisola sconfitto dalla tattica di Quinto Fabio Massimo il Temporeggiatore. Qui il condottiero cartaginese trovò anche moglie ed ebbe dei figli prima di darsi alla fuga. Molti sostengono che a piegare Annibale fossero state le ricchezze e i piaceri della città ma secondo i più non sarebbe stato in grado di far fronte alla nuova strategia dei romani. 

Vi consiglio questo libro per saperne di più su Annibale

L’impero romano

Con l’avvento dell’impero romano Capua, che, dopo la sconfitta di Annibale era stata costretta a piegarsi ancora di più a Roma, cominciò a risorgere. Con Ottaviano Augusto la città fu praticamente rifatta ed ebbe inizio la costruzione del maestoso anfiteatro che ancora oggi la caratterizza. 

Tutto filò liscio fino al 69 d.C. quando Capua scelse di nuovo di puntare sul cavallo perdente. Tra Vespasiano e Vitellio, infatti, Capua preferì Vitellio e così, quando Vespasiano vinse, dovette pagarne le conseguenze. 

La realizzazione della famosa Domiziana, la strada costiera voluta nel 95 d.C. da Domiziano aveva lo scopo preciso di tagliare fuori Capua da una parte dei commerci. Quelli che prima erano costretti a passare per Capua per poi raggiungere Pozzuoli, il porto di Roma, arrivati a Sinuessa potevano ora proseguire dritti, senza dover deviare verso l’entroterra bypassando Capua. 

Cominciò così un periodo di declino che terminò con l’ascesa al trono dell’imperatore Adriano. L’imperatore soggiornò spesso a Capua tra un viaggio e l’altro e investì molti fondi nella costruzione e ricostruiscono degli edifici cittadini. La fine vera di Capua ebbe inizio come per molte città romane con l’arrivo dei barbari. 

A barbari fecero seguito i longobardi e i saraceni e così pian piano la città fu abbandonata in favore di quella vecchia roccaforte romana che era Casilinum. Qui nacque la nuova Capua, la cui storia inizia là dove finisce la storia dell’altra. L’antica Capua fu abbandonata fino a quando una nuova città sorse attorno a una chiesa dedicata alla Vergine, da cui il nome di Santa Maria Capua Vetere. 

Visite Guidate

Per scoprire tutto su santa maria Capua Vetere e la sua spettacolare storia godetevi una visita guidata ai monumenti della città. 

Per info e prenotazioni clicca qui

Santa Maria Capua Vetere Santa maria Capua Vetere

 

Summary
Santa maria Capua Vetere. L’altra Roma.
Article Name
Santa maria Capua Vetere. L’altra Roma.
Description
Santa Maria Capua Vetere non è altro che l'antica Capua, quella città ricca e spettacolare di cui anche Annibale si innamorò.
Author
Publisher Name
Morosofi Unusual Guided Tours
Publisher Logo