Glandes Perusiae – proiettili e parolacce!

proiettili

Nel 41 a.C. Ottaviano, futuro primo imperatore di Roma, e Marco Antonio avevano ormai sottoscritto il secondo triumvirato da circa due anni. Nel 43 a.C., infatti, i due, insieme a Marco Emilio Lepido, avevano firmato un accordo ufficiale, con valore legale (vedi la lex Titia) che faceva di loro i signori di Roma, un accordo noto appunto come secondo triumvirato. Subito dopo però Marco Antonio era partito alla volta dell’Oriente dove ebbe modo di rivedere Cleopatra che divenne quindi la sua amante. La moglie di Marco Antonio, una donna focosa di nome Fulvia, nel tentativo di riprendersi il marito pensò di fargli un favore fomentando una rivolta contro Ottaviano.

Ottaviano, finita la guerra contro i cesaricidi, si era messo a distribuire terre ai veterani, soprattutto ai suoi, e fu costretto a sequestrare dei terreni ai legittimi proprietari per portare a compimento il piano. Fu così che nel 41 a.C. nella zona di Perugia molti ex proprietari terrieri, sostenuti da Fulvia e dal fratello di Marco Antonio, Lucio Antonio, diedero inizio a una rivolta. Ci volle un pò ma alla fine Ottaviano ebbe la meglio. Lucio fu risparmiato in quanto fratello di Antonio e Fulvia fu mandata in esilio in Grecia dove morì di lì a poco abbandonata dal marito.

Della guerra di Perugia ci restano alcuni reperti molto particolari noti come glandes perusiae. Negli esercito romani erano arruolati dei soldati chiamati frombolieri i quali avevano il compito di lanciare dei proiettili in metallo contro gli avversari una delle armi simili a delle fionde. A Perugia sono stati ritrovati alcuni dei proiettili lanciati dai frombolieri durante lo scontro tra Ottaviano e Lucio Antonio a Perugia. Su questi oggetti i romani erano soliti scrivere delle frasi, parolacce o male parole come si dice in napoletano, una di queste ad esempio diceva pete culum Octaviani. Non è difficile comprendere che il fine di questa poetica espressione era quello di indirizzare il proiettile verso un bersagli ben preciso.

Summary
Glandes Perusiae - proiettili e parolacce!
Article Name
Glandes Perusiae - proiettili e parolacce!
Description
Si può uccidere in tanti modi, con le armi ma anche con le parole. Ecco perché i romani erano soliti scrivere parolacce e ingiurie sui proiettili.
Author
Publisher Name
Morosofi Guided Tours
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *